Genova, un brindisi al 2017 tra Warhol e Newton

casanovadi Marta Elena Casanova

Dite la verità: vi hanno già chiesto cosa farete a Capodanno.

Ma voi non ne avete la minima idea. Succede, a volte anche solo l’idea di dover organizzare un viaggio, una festa a casa vostra, di amici, pensare alla lista della spesa e poi – cosa facciamo a mezzanotte?- sono cose che fanno venir voglia di infilarsi sotto le coperte e dire  ci rivediamo il due gennaio. Anche dopo. Se poi non avete voglia dei soliti festeggiamenti e cercate qualcosa di diverso qui una soluzione: iniziare l’anno ammirando opere d’arte. Un’idea ve la diamo qui su CHOOZEit. A Genova, in occasione del Capodanno, Palazzo Ducale con le sue mostre rimarrà aperto fino alle due di notte.

Quindi cosa ne dite di un paio di giorni tra una passeggiata sul mare e un’altra nel centro storico, una visita ai palazzi storici di Genova e un brindisi al 2017 tra Warhol e Newton?

Qui una descrizione delle due rassegne…sicuramente un inizio anno alternativo!

03.Andy Warhol, Brillo Soap Pads Box, 1964,© The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts Inc.by SIAE 2016

La mostra dedicata a Warhol presenta più di 170 opere, tra le più famose, dai ritratti alle icone, dai disegni alla comunicazione e la pubblicità, per finire con una galleria di oltre 90 polaroid, tanto importanti e utilizzate da Andy Warhol per immortalare celebrities e amici.

Sono esposti  alcuni straordinari disegni preparatori che anticipano dipinti famosi come il Dollaro o il Mao; le celeberrime icone di Marilyn, presente sia nella serigrafia del 1967 sia nella tela Four Marilyn, della Campbell Soup e delle Brillo Boxes; i ritratti di volti noti come Man Ray, Liza Minnelli, Mick Jagger, Joseph Beuys e di alcuni importanti personaggi italiani: Gianni Agnelli, Giorgio Armani e Sandro Chia.

!HUSTON 4498-9

L’esposizione Helmut Newton. Fotografie. White Women / Sleepless Nights / Big Nudes raccoglie le immagini dei primi tre libri di Newton pubblicati tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli anni Ottanta, fondamentali per capire la sua fotografia. Newton li ha progettati personalmente, selezionando le immagini fotografiche e la loro impaginazione. L’esposizione, presenta per la prima volta a Genova oltre 200 immagini del fotografo e il percorso espositivo permette di conoscere un Helmut Newton più profondo e se vogliamo più segreto rispetto a quanto già diffuso: infatti, se l’opera del grande fotografo è sempre stata ampiamente pubblicata e con enorme successo su tutte le riviste di moda, non sempre la selezione effettuata dalle redazioni corrispondeva ed esprimeva compiutamente il pensiero dell’artista.

L’obiettivo di Newton aveva la capacità di scandagliare la realtà  che, dietro il gesto elegante delle immagini, permetteva di intravedere l’esistenza anche di una realtà ulteriore, che sta allo spettatore interpretare.

Per info: www.palazzoducale.genova.it

Palazzo Ducale