#Wheatfield Ossia un campo di grano in pieno centro città

salvodi @Salvatore Ferraiuolo

50.000 metri quadrati di terra, 1.250 chili di sementi e altri 5.000 chili di concime. Non stiamo parlando di fattorie e animali ma dell’ultima opera dell’artista statunitense Agnes Denes. Nella fitta foresta di grattacieli ed edifici futuristi del nuovissimo quartiere di Porta Nuova a Milano crescerà “Wheatfield”, ossia un enorme campo di grano che sarà seminato, coltivato e raccolto nel cuore della capitale meneghina come spettacolare intervento di Land Art Ecologica.

Un’opera concepita già nel 1982 a New York e riproposta a Milano per riportare l’attenzione del pubblico su alcuni valori sempre più trascurati dalla società globalizzata, come la condivisione del cibo e dell’energia, la tutela del territorio e dell’ambiente, la crescita sociale ed economica nel rispetto della qualità della vita degli individui e delle comunità.

Protagonista di questo imponente intervento artistico, Milano si offre ai milioni di visitatori attesi per Expo 2015 nelle sue vesti più belle e il quartiere di Porta Nuova si mette in mostra dopo l’ampia riqualificazione dal forte impatto architettonico, offrendo la stessa area che ospiterà il futuro parco pubblico “la Biblioteca degli alberi”.

immagine 2

Un’installazione temporanea che da marzo a ottobre sarà la testimonianza dell’incontro tra arte e agricoltura, insieme per onorare il tema della prossima Esposizione Universale. Un’iniziativa dunque targata Expo Milano 2015 e voluta dalla Fondazione Riccardo Catella in collaborazione con la Fondazione Nicola Trussardi e Confagricoltura per un progetto di arte condivisa che mette i cittadini in primo piano, quali primi fruitori dell’opera. Il primo appuntamento è quindi fissato per il prossimo sabato dalle 14 alle 16 con ritrovo presso il giardino pubblico di via De Castillia quando saranno piantati i semi di grano della tipologia Odisseo ad opera di quanti vorranno partecipare all’evento. Gli organizzatori invitano tutta la cittadinanza, con il consiglio di «indossare stivali da campagna». A luglio poi il campo sarà falciato in una «festa del raccolto» collettiva.

Agnes Denes, Wheatfield_ A Confrontation_ Battery Park Landfill, Downtown Manhattan, 1982Questa era l’opera a New York

Chooze.it ha deciso di non mancare all’appello perché questa iniziativa ci piace.

Ci piace perché si tratta di un progetto di arte pubblica e condivisa, che esce dai classici spazi delle gallerie milanesi per incontrare i cittadini e per offrirsi al pubblico.

Ma ci piace anche perché tra gli organizzatori c’è la Fondazione Trussardi (e qui tacciamo)

Infine ci piace perché vogliamo essere fiduciosi in un progetto così ampio e di lungo termine, che richiederà di certo l’impegno non solo di chi ha pensato l’opera ma anche di tutti coloro che usufruiranno di quegli spazi. Ci rivediamo tra qualche mese, quando il grano sarà alto e cresciuto e avremo così una bella opera di Land Art, tra i grattacieli di cemento e palazzi di vetro, da mostrare ai tanti che sceglieranno di visitare Milano e la sua bella architettura.

immagine 1