Pasqua a Ischia  #iViaggiDiCasanova

casanovadi @Marta Elena Casanova

Ci stiamo velocemente avvicinando alla Pasqua, che quest’anno cade il 5 aprile, per chi ancora lo sapesse. Bene, ora che lo sappiamo tutti, che si fa? Molti fanno la classica gita di Pasquetta fuori porta, altri si prendono qualche giorno, non solo la domenica e il lunedì, per fare un viaggio lontano dalla città.

Ottima meta potrebbe essere Ischia

ischia

Facilmente raggiungibile prendendo l‘aliscafo da Napoli, Ischia è senza dubbio un’isola incantevole. E probabilmente raggiunge il massimo della sua bellezza proprio in primavera, perché si sa, in estate si riempie in maniera incredibile di turisti, il che rende più complesso godersi giorni di vacanza in santa pace. Ischia infatti non è così piccola, richiede spostamenti in macchina ( o comunque con un mezzo dotato di ruote), e traffico e ricerca parcheggio rischiano di portar via molto tempo. E dunque, perché non passare qui qualche giorno proprio per Pasqua?

Ischia1

Sperando nel bel tempo si può iniziare a fare una base di tintarella: le spiagge sono tante, belle e il mare regala colori unici. Ma non c’è solo questo. L’isola infatti permette di godere di una varietà di paesaggi che non si penserebbe mai di poter ammirare in soli quarantasei km quadrati. Sono molte le pinete e la campagna è fatta di verdi colline che si alternano alle pareti rocciose del monte Epomeo, la cui vetta arriva a 789 metri sul mare.

Passeggiare tra i comuni di ischia, Casa Micciola, Forio, Lacco Ameno, Barano e Serrara Fontana, da anche una vasta possibilità di scelta in senso culinario: pesce a volontà sulla costa, molta carne nell’entroterra, in ristoranti che non pensereste mai di trovare tra strade sterrate e vegetazione selvaggia.

Ultimo ma non ultimo, Ischia permette pure una perfetta remise en forme in vista dell’estate. Si sa, questo posto è molto famoso per le sue Terme, utili per migliorare la pelle, la circolazione e per curare diverse patologie. Trovare un centro benessere per sciogliere i muscoli dopo una camminata non è difficile.

Ischia è la patria di sorgenti naturali, come le Fumarole di Sant’Angelo  ( raggiungibili facilmente dalla stessa località di Sant’Angelo) che nascono dall’attività vulcanica dell’isola rendendo la sabbia calda che in questo modo dona grandi benefici: ne sapevano qualcosa già i Romani, che praticavano qui le sabbiature immergendosi sino al collo. Anche la sorgente di Nitrodi ( Barano d’Ischia)  è nota per le sue qualità terapeutiche date da calcio, sodio, potassio, zolfo, carbonio. E per finire ci sono la Sorgente di Buceto ( anche questa a Barano d’Ischia), la cui qualità dell’acqua è tra le migliori conosciute, e quella di Sorgeto, che nascendo in un’insenatura, è un vero e proprio parco termale originale che, sempre grazie al riscaldamento crea vapori e sauna naturali e molto, molto benefici. Qui in particolare si consiglia il bagno in notturna, al caldo, con il cielo stellato a far da sfondo.

Hotel Grazia Terme1

I posti dove alloggiare a Ischia sono molti, se si prenota per tempo si trovano tutte le soluzioni per tutte le tasche, ma se siete amanti delle coccole e soprattutto non volete muovere un dito potete provare L’ Hotel Grazia Terme (http://www.hotelgrazia.it/), sito a Lacco Ameno, che, circondato dalla natura, offre più piscine termali coperte e scoperte, rigorosamente di acqua calda, trattamenti e cure, centro fitness e campi da tennis. In più ci sono due ristoranti, uno all’aperto che permette una notevole vista sull’isola. Per il periodo pasquale la camera doppia parte da un prezzo di 85,00 euro.