Paolo Gotti ha fotografato Robinson Crusoe e Anna Karenina

di @Redazione

Raccontare delle storie con immagini, ma le storie le conoscete già. E sono quelle dei più celebri romanzi a livello internazionale che fanno parte della vostra libreria. Ci ha pensato un bravo fotografo, Paolo Gotti. La sua prossima mostra è in programma per il prossimo 18 dicembre  2014 al Teatro Duse di Bologna, e si intitolerà: “Stories: un viaggio tra fotografia e letteratura”.

Ed ecco dunque le interpretazioni visive, fotografate dall’immaginazione di Paolo Gotti, di Robinson Crusoe (1719) di Daniel Defoe, Cime tempestose (1847) di Emily Brontë, Anna Karenina (1877) di Lev Tolstoj, L’isola del tesoro (1883) di Robert Louis Stevenson, Racconti dei mari del sud (1921) di William Somerset Maugham, Sulla strada (1957) di Jack Keruac, Cent’anni di solitudine (1967) di Gabriel García MárquezIl nome della rosa (1980) di Umberto Eco, La polvere del Messico (1992) di Pino Cacucci,Oceano Mare (1993)di Alessandro Baricco, Vergogna (1999) di J. M. Coetzee, per finire con La strada (2006) di Cormac Mc Carthy.

13 immagini per 12 romanzi di autori differenti. Sotto trovate qualche scatto in anteprima. La mostra è CONSIGLIATA DA CHOOZEit

DANIEL DEFOE da Robinson Crusoe (1719)Robinson Crusoe (1719)

GABRIEL GARCÍA MÁRQUEZ da Cent’anni di solitudine (1967) (2)Cent’anni di solitudine (1967)

LEV TOLSTOJ da Anna Karenina (1877)Anna Karenina (1877)

Paolo Gotti nasce a Bologna e si laurea in architettura a Firenze, dove frequenta il Centro di studi tecnico cinematografici conseguendo nel 1971 un attestato di idoneità alla professione di fotografo. Nel 1974 sceglie l’Africa come meta del suo primo vero viaggio, quello in cui, come dice l’artista, “si sa quando si parte ma non si sa quando si torna”. Con la sua vecchia Land Rover attraversa il Sahara fino al Golfo di Guinea in Costa d’Avorio per poi fare ritorno in Italia dopo quasi 5 mesi a bordo di un cargo merci. In seguito a questa avventura che lo segna profondamente, intraprende a tempo pieno l’attività di architetto, grafico e fotografo. Dopo varie esperienze nel campo della pubblicità, e una maturata esperienza nello Still life, si dedica sempre più al reportage. Gira il mondo con la sua Nikon per immortalare persone, paesaggi e situazioni che archivia accuratamente in un gigantesco atlante visivo, da cui nascono i calendari tematici che realizza da circa vent’anni. L’obbiettivo della sua macchina fotografica è in oltre 70 paesi tra cui Niger, Cina, Haiti, Brasile, Messico-Guatemala, Nepal, Ceylon-Maldive, Indonesia, USA, Canada, Thailandia, Caraibi, Malesia, Miami, Yemen, Venezuela, Filippine, Cuba, India, Cile, Bolivia, Islanda, Australia, Colombia.www.paologotti.com

PAOLO GOTTI
S T O R I E S. Un viaggio tra fotografia e letteratura

18 dicembre 2014 – 19 febbraio 2015
inaugurazione 18 dicembre ore 18,30

Foyer Teatro Duse
Via Cartoleria 42, Bologna