Il profumo delle Langhe

casanovadi @Marta Elena Casanova

Lo scorso fine settimana sono stata nelle Langhe, per un compleanno. Zona a me poco conosciuta ma per fortuna ho rimediato! Poi per caso appena sono tornata ho letto che quella stessa zona, quella delle Langhe Roero e Monferrato, è diventata patrimonio Unesco. Che dire, se ancora non siete stati, partite, come me!

Il primo buon motivo per vedere le Langhe è che i paesaggi sono fantastici, in tutte le stagioni. La colline sono davvero suggestive. Inoltre in queste zone si mangia molto bene, si beve ottimo vino, molto noti i rossi ma pure i bianchi si difendono bene. Ci sono moltissimi ristoranti, cantine, agriturismi, Relais. Un  fine settimana per rilassarsi e fare una degustazione è d’obbligo. Chiaramente il momento migliore è quello dei tartufi. Io infatti conto di tornare proprio per sentirne il profumo, e non solo. Altro prodotto imperdibile, e questo, sono sincera, non avrei mai pensato che ci potesse essere differenza da altri posti, sono le nocciole. Hanno il gusto della Nutella. Sul serio.

langhe

Quindi, che sia per un fine settimana romantico, in compagnia di un po’ di amici, o magari per organizzare un matrimonio ( giusto qualche giorno fa se ne parlava qui su CHOOZEit, ormai per quest’anno è tardi ma potete pensarci per il prossimo), queste località piemontesi regalano molte gioie.

Montemarino3

Realis Montemarino11) Relais Montemarino

Tra i posti dove soggiornare, il Relais Montemarino è da provare. A pochi km da Alba si trova questo casale ottocentesco ristrutturato, con molto fascino. Una ventina di stanze circa, tutte arredate con gusto, spaziose, una sala dove viene fornita una ricca colazione con prodotti locali freschi, e una magnifica piscina, al chiuso ma con ampie finestre che danno su giardino e comode sdraio, dove vi porteranno una bottiglia di vino a vostro piacimento con tanto di stuzzichini. Vista a 360° sui colli. Le stanze costano giornalmente  sui 70 euro a testa.

www.relaismontemarino.it

 

Madernassa1 Madernassa 2

2) La Madernassa

Un’area verde, di 10.000 mq, ristorante e Resort.  Il ristorante ha due terrazze che affacciano direttamente sulle colline del Roero. La cucina è quella della regione, ma rivisitata, e vale la pena provare, dallo Chef giapponese Atsuhiro Ishikawa. Che c’entra? Direte voi.  Provate la carne cruda di Fassone tagliata a coltello. Capirete. Poi ci sono i primi, ottimo ragù, il fritto di verdure e così via sino ad immancabili dolci a base di nocciole.

Se venite durante il giorno, tra un pasto e l’altro potete fare un bagno in piscina. All’aperto, ampia, immersa nella natura. Che disagio, insomma.

www.lamadernassa.it