[MERCOLETECH]: 3 GIOCHI PER BATTEZZARE COME SI DEVE XBOX ONE

ped profilodi Andrea Peduzzi

E alla fine ci siamo: dopo tante chiacchiere il momento di Xbox One è finalmente arrivato. Tra un paio di giorni la nuova console targata Microsoft raggiungerà gli scaffali dei rivenditori italiani, e dovrà essere all’altezza di un sacco di cose. Già, perché Xbox 360 ha rappresentato per la casa di Redmond una vera e propria svolta in ambito gaming, facendole guadagnare il podio in un mercato tradizionalmente legato a Sony e Nintendo. Merito di un’interfaccia interessante, di una gestione dell’online davvero azzeccata e di un buon dialogo con gli sviluppatori, che da parte loro hanno supportato ampiamente la console. Eppure gli anni passano per tutti, e a partire da venerdì numerosi utenti sostituiranno la gloriosa 360 con una Xbox One nuova di pacca (ma non io, che chiaramente adopererò entrambe). E fin qui tutto ok, ma una volta collegato il nuovo hardware al televisore il problema sono i giochi: è risaputo che i primi titoli di una console difficilmente rappresentano lo stato dell’arte, e spesso finiscono nei cestoni delle offerte dopo qualche mese. Così, per non farvi incappare in sòle, mi son preso la libertà di segnalare i videogame più interessanti della line-up di Xbox One.

 

Forza Motorsport 5

FORZA MOTORSPORT 5

Forza non si batte! E se è vero che in principio il verbo era Gran Turismo, nel corso degli anni la serie racing di Turn 10 ha premuto a tavoletta sull’acceleratore fino a raggiungere la pole position delle simulazioni automobilistiche. Con questo quinto episodio Forza corre sulla next-gen in grande spolvero, con una veste grafica sontuosa e una selezione di veicoli e tracciati che non teme rivali: si parla di un parco di oltre duecento automobili, destinato a crescere ulteriormente attraverso i DLC. Ma come sanno anche i sassi il cuore della serie batte nell’eccellente modello di guida, che ribadisce tutte le sue qualità anche a ‘sto giro. Insomma, lode al Game Director Dan Greenawalt, che da un laureato in Religioni Comparate (giuro!) ‘ste cose proprio non te le aspetteresti.

 

Dead Rising 3

DEAD RISING 3

Ho amato davvero molto il primo Dead Rising, e lo considero a tutt’oggi uno dei migliori giochi per Xbox 360, che fondere zombi, survival horror e free roaming non era mica roba da tutti i giorni. Per certi versi ho apprezzato anche il secondo capitolo, nonostante ci fossero meno idee e meno ciccia: ma insomma, non posso sempre avere tutto. Dai suoi predecessori questo Dead Rising 3 eredita parte delle meccaniche ma ci mette parecchio del suo, proponendo un setting inedito e un nuovo protagonista, il meccanico Nick Ramos, che purtroppo non riesce a eguagliare il bislacco carisma del fotoreporter Sam West. Anche il comparto tecnico difficilmente passerà alla storia, ma poco male, perché tra tonnellate di zombie e armi strampalate Dead Rising 3 ha comunque tutto quel che occorre per divertire i fan della serie e gli appassionati di morti viventi in generale (che hai detto niente).

 

Ryse - Son of Rome

RYSE: SON OF ROME

Ecco, questo di Crytek rappresenta probabilmente il titolo più interessante del nostro terzetto. Ryse: Son of Rome è un action in terza persona ambientato nell’antica Roma (toh!) e incentrato sulle avventure del comandante Marius Titus, che dopo essersi visto trucidare la famiglia dai barbari ha i nervi a pezzi e tanta voglia di sangue. Visivamente spettacolare e divertente da giocare, Ryse propone un combat system che ricorda quello della serie Assassin’s Creed, piuttosto che i vari God of War, e integra nell’azione mosse spettacolari e Quick Time Event che gli conferiscono un taglio decisamente cinematografico.