A MILANO. UNA PASSEGGIATA, UN'OPERA D'ARTE E UNA CIOCCOLATA

casanovadi Marta Casanova

L’ avevo già fatto qualche tempo fa con Brera, oggi vi porto a fare una passeggiata per il centro di Milano. Che non vuol dire necessariamente caos, traffico e shopping. Anzi. Le giornate si sono fatte fredde, freddissime a dire la verità , ma per il momento splende un bel sole, quindi approfittiamone. Se avete una giornata tranquilla, da dedicare a voi stessi, al relax e ai vostri interessi, eccoci qui. Niente di meglio , tra uno svago e un altro, di una visita ad una grandiosa opera d’arte in pieno centro.

 Giardini Indro Montanelli

Giardini Montanelli

Storicamente conosciuti come i Giardini di Porta Venezia , in una giornata di sole si rivelano davvero un bel posto dove passeggiare, fermarsi a leggere il giornale, staccare un attimo dal centro cittadino, che poi è proprio lì, ad un cm dai cancelli del parco.

I giardini sono stati dedicati a Indro Montanelli nel 2002, e da allora qui si trova una statua che lo raffigura, opera di Vito Tongiani. Certo, d’inverno magari sedersi su un prato risulta un po’ proibitivo, ma con le giornate di sole è bello prendersi una mattinata calma, ed eventualmente fare un giro al Planetario, che, inaugurato nel 1930 grazie ad Ulrico Hoepli, permette di vedere l’immagine  proiettata degli astri e i loro movimenti nella volta celeste.

La Madonna di Foligno  di Raffaello – Palazzo Marino

Raffaello Sanzio; La Madonna di Foligno; tempera grassa su tavola trasportata su tela; 1512 ca; Musei Vaticani; Pinacoteca Vaticana; Inv. 40329

Dopo una bella passeggiata, e dopo esservi spostati di poco, andate a Palazzo Marino, dove, per la prima volta, direttamente dai Musei Vaticani e grazie a Eni Cultura, è esposta La Madonna di Foligno, realizzata da Raffaello tra il 1511 e il 1512 per volere di Sigismondo De’Conti, Segretario di Papa Giulio II, come ex voto per il miracolo che aveva visto uscire la sua casa di Foligno illesa dopo essere stata colpita da un fulmine.  L’opera raffigura la Vergine Maria con Gesù Bambino in gloria tra san Giovanni Battista, san Francesco d’Assisi e san Girolamo. La figura centrale della Madonna col Bambino, incorniciata da un disco arancione sostenuto da una nuvola di angeli, domina la scena. In  basso, sulla destra fra i Santi, si può riconoscere la figura del Committente. Armonia, bellezza, espressività. Una splendida opera di uno dei più grandi artisti di tutti i tempi, “regalata” ai milanesi per Natale.

www.eni.com

 Cioccolati Italiani

CIOCCOLATI ITALIANI

Avete fatto tardi nell’ammirare l’opera di Raffaello, fuori è già buio e il freddo sempre più pungente. Dunque, niente di meglio di una buona cioccolata calda!

Facendo pochi passi, in Via San Raffaele, potete imbattervi in una delle vetrine più golose di Milano. Cioccolati Italiani. Gelateria, caffetteria, pasticceria…col freddo si bruciano più calorie. Si è un’ottima scusa. E allora usatela per fare una merenda come si deve! Scegliete voi, c’è da far diventare diabetici alla sola vista…certo però,  un bicchiere di cioccolato fuso bigusto…

www.cioccolatitaliani.it