CANZONI, LUCI BIANCHE E BANANE

doneganadi Lorenzo Donegana

 

 

Vorrei che non ci fossero tributi.

Vorrei che non ci fossero celebrazioni solenni.

Vorrei che tutto fosse come quando facevi ancora dischi.

Vorrei che ora i tuoi dischi non tornino in classifica.

 warhol_banana

Caro Lou,

mi sarebbe bastato il primo disco con i Velvet Underground che ho ascoltato allo sfinimento ma mai alla nausea.

Mi sarebbe bastata solo Venus in Furs: quella originale ma anche quella di Live MCMXCIII.

Mi sarebbe piaciuto sentire Metal Machine Music che in molti hanno definito uno dei peggiori dischi della storia del rock…sinceramente a me non è piaciuto nemmeno Transformer.

…o forse era solo il tuo pubblico che non mi piaceva.

Non sono mai venuto a un tuo concerto (nemmeno quelli gratuiti) e non ho mai letto una tua biografia. Non so praticamente niente della tua vita e il TG di stasera mi ha ricordato come si chiama tua moglie.

 OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Mi ricordo però il giorno di Natale del 93 quando mi hanno regalato l’ultimo live.

Mi ricordo il concerto per i 30 anni di carriera di Bob Dylan e tu che cantavi una Further Off Pride che “bravo Dylan” che l’ha scritta ma per fortuna che la hai rifatta tu.

Mi ricordo il giorno che compivo 17 anni e aspettavo un amico che non è più arrivato e ascoltavo il primo dei Velvet Underground a Como, al freddo, il 7 Gennaio.

Mi ricordo la macchina in estate con Rock N Roll Animal.

Mi ricordo una sera di primavera – quest’anno – in soggiorno col vino e con Heroin…

Mi ricordo Run, Run, Run e The Black Angel’s Death Song, The Gift e New Age insieme a tutto Loaded che mi regalò il supplente di italiano del Liceo (nda: William Bianchi: docenza illuminata).

Come te solo i Led Zeppelin e Trent Reznor e una cosa la avete in comune: anche se avete continuato a fare musica per anni, le cose buone sono tutte lì nei primi dischi ed è solo per quelli che vi ricordo. Vi ricordo solo per la musica e chi se ne frega di tutto il resto. Mi succede solo con voi.

Questa sera non ascolterò i tuoi dischi e non aspetterò in settimana qualche speciale in TV: al massimo potrei tollerare Eddie Vedder se facesse Waiting for My Man.