LA SFIGA CI VEDE BENISSIMO, MA CHI SE NE IMPORTA

paola rinaldidi Paola Rinaldi 

Non che ci si diverta ad essere infelici, sia chiaro: su la mano quelli che non tifano per il lieto fine (soprattutto se è il proprio)… Se però la sfortuna ce l’ha proprio su con noi, cerchiamo almeno di non lasciarle campo libero. Ecco tre libri scaccia-guai per una bella iniezione di ottimismo (con una buona dose di ironia).

trascurabilicontrattempi

TRASCURABILI CONTRATTEMPI DI UN GIOVANE SCRITTORE IN CERCA DI GLORIA, di Michael Dahlie, Nutrimenti, trad. di M. Zilahi De’ Gyurgyokai

Orfano a 25 anni non è una bella cosa. Ma è più facile, come un’eredità di 15 milioni di dollari. Henry Lang è un pesce fuori di acqua nella scena hipster di Brooklyn, tra happening culturali e ristoranti trendy e, dopo la laurea, per conoscere gente investe parte dell’eredità in una rivista letteraria (Suckerhead, eh!) ma poi  si ritrova a provarci con Abby, cugina di quarto grado, che gli dà il due di picche ma lo accompagna alla fattoria di famiglia, dove Henry uccide involontariamente un gregge di rare capre libiche da un milione di dollari. La sua vena letteraria finalmente lo porta al successo quando scrive un best seller come ghostwriter per un attore terribilmente sexy (e fatto) che, sfiga, ha occhi solo per Abby. Arriverà il tempo per la rivincita? Seriamente divertente, estremamente umano, Henry ci ricorda che possiamo essere fallibili e ridicoli mantenendo però dignità, bontà  e coraggio.

un-uomo-disponibile-9788858813799

UN UOMO DISPONIBILE, di Hilma Woliter, Feltrinelli, trad. di S. Rota Sperti

“Uomo di scienza. Sessantaduenne colto e gentile, stempiato ma attraente. Nostro padre, vedovo. è l’uomo ideale per la donna giusta”. Edward Schuyler sta stirando le camicie della defunta moglie Bee quando il telefono squilla e ne esce la voce invadente di una corteggiatrice agguerrita. E’ solo l’inizio: Edward è una preda ambita e nonostante sia sconvolto dall’annuncio pubblicato dalla sua figliastra, accetta amorevolmente il gesto della famiglia di Bee che vorrebbe vederlo tornare alla vita. Così incontra single, divorziate, mogli di amici, una sua ex che lo piantò all’altare… La spoletta del tempo va avanti e indietro nella vita di Edward e alla fine ne rammenda l’animo sbrindellato: Edward riesce a guardare al futuro senza perdere l’amore di e per Bee. Un brillante esempio di come il dolore possa trasformarsi in un sorriso divertito e tenero, rispettoso e irriverente insieme.

lamore-difetto-meraviglioso

L’AMORE E’ UN DIFETTO MERAVIGLIOSO, di Graeme Simsion, Longanesi, trad. di M. Fiume

Quando tutti ti ridono dietro, è dura. Don, professor di genetica, lo sa, ma non è facile essere diversi: non si rende neanche conto di soffrire della sindrome di Asperger e lotta con le armi che ha. Così, dopo la scoperta che gli uomini accoppiati sono più felici dei single, lavora al Progetto Moglie: un questionario dettagliatissimo per individuare la donna perfetta eliminando sistematicamente le candidate non idonee (vegane, creazioniste, fumatrici, illetterate, omeopate, bevitrici, disordinate…). Ma poi c’è la vita vera: si chiama Rosie e lo cerca per ritrovare suo padre biologico. Rosie lavora in un bar, fuma, ha i lobi delle orecchie della misura sbagliata, ma è anche intelligente e sensibile. Come dire, non sempre 2+2=4 e Don dovrà imparare a conciliare logica e sentimenti orribilmente disordinati. Per la serie: quando la diversità è ricchezza e chi ne scrive sa farlo con delicato umorismo.