MILANO DA SCOPRIRE PASSEGGIANDO PER BRERA

casanovadi Marta Elena Casanova

Facciamo un’altra passeggiata per le vie di Brera, vi va? Altri scorci, piccole piazze e strade tra le quali fare due passi in tranquillità cercando di assaporare tutto il meglio che la primavera può regalarci.

Oggi vi consiglio piazza Sant’Angelo, un piccolo gioiello che ci porta indietro nel tempo fino al ’600, e da qui un’esplosione di fiori colorati per concludere con un aperitivo.

Lo dico sempre, Milano è tutta da scoprire!

Chiesa di Sant’Angelo – Piazza Sant’Angelo

IMG00691-20130404-1155

La Chiesa in realtà porta il nome di Santa Maria degli Angeli, ma è conosciuta come Sant’Angelo. Si tratta di un bellissimo esempio di architettura che va dal manierismo al  barocco lombardi. La costruzione è iniziata nel 1552 ed è stata terminata nel 1630. Fortunatamente  le spoliazioni napoleoniche non sono riuscite a deturpare la Chiesa, che rispetto a molte altre in città, è riuscita a conservare il suo fascino storico.

Al suo interno si trova una grande navata centrale e le cappelle laterali mantengono ancora oggi tele di grandi artisti come Gaudenzio Ferrari, Giulio Romano, Morazzone e Simone Peterzano, il primo maestro di Caravaggio. Se siete appassionati di arte dell’epoca non potete farvele sfuggire.

Fioraio – Consuelo e Nunzia – Piazza Sant’Angelo

IMG00688-20130404-1155

Usciti dalla Chiesa di Sant’Angelo, a destra, su Via Moscova, c’è un chiosco di fiori che fa perdere la testa anche a chi, come me , riesce ad ammazzare i cactus.

Il negozietto è delizioso, fiori di ogni tipo e colore si alternano a piante da appartamento, da esterno e da giardino, come i bellissimi alberi di limone. Non si può non fermarsi almeno per un momento e ammirare questa esplosione di allegria! Io di solito non resisto e almeno un mazzo di fiori lo porto via ( con la scusa che tanto i fiori recisi durano quello che durano e non devi sentirti in colpa per la loro dipartita), e fare una chiacchierata per farsi consigliare dai proprietari sarà per tutti un’illuminazione!

N’ombra de vin – Piazza San Marco,2

NOMBRADEVIN

Terminerei questa passeggiata  facendo poche centinaia di metri per arrivare ad un  buon bicchiere di vino.

Non fermatevi quindi all’ingresso, dove la sala è un tantino piccola, ma andate al piano di sotto e rifatevi gli occhi ammirando la moltitudine di bottiglie, il tavolo centrale in legno che circonda le colonne che sorreggono il soffitto a volta.

Rilassatevi qui, se riuscite ad evitare l’orario di uscita dagli uffici è  sicuramente meglio. Forse non per la vostra vita sociale, ma senza dubbio lo sarà per le vostre orecchie e la vostra quiete…e vi renderete anche conto della musica jazz che riempie la sala. www.nombradevin.it