Due romantici a Milano e tre posti dove andare

casanovadi @Marta Elena Casanova

Personalmente ho un’avversione nei confronti di San Valentino. Tutti quei cuoricini, quelle farse sentimentali buone solo a far venire il diabete…però esiste e ce lo teniamo. Ma in fondo il romanticismo non è male, specie se manifestato quando la persona con la quale vi frequentate, siete fidanzati o sulla quale volete fare colpo non se l’aspetta. E allora, uomini ( potrei anche dire donne, ma le donne sono di norma più romantiche e se la cavano da sole…) milanesi: qui tre luoghi dove portare la ragazza dei vostri sogni, sperando che un domani non si trasformi in quella dei vostri incubi, ovviamente. Tre luoghi romantici ma non troppo, belli e giusti.

1) Parco Sempione – BibliotecaBiblioteca Parco Sempione

La biblioteca di Parco Sempione ha un certo fascino. Davanti ad essa si aprono due prati solitamente evitati dalla massa e  dai bambini che giocano a palla cercando inevitabilmente di centrare la vostra testa. Un angolo tranquillo dove portare qualcuno a fare un pic-nic. Prendete una giornata di sole, ora di pranzo, ordinate qualcosa di buono da mangiare ( non si pretende che facciate anche da chef, anche perché il risultato non è sempre sicuro…), una bottiglia di vino, una tovaglia portata da casa e voilà, il gioco è fatto. Bella idea, non troppo impegnativa ( nel caso la via di fuga per improvviso impegno nel pomeriggio è piuttosto credibile) ma sicuramente d’effetto. E certamente rilassante. Un piccolo accorgimento…anche se siete in cerca d’ombra, non avvicinatevi troppo alle piante che fanno da divisorio al viale. Evitare nugoli di zanzare e insetti di specie non ben precisata è saggio.

 

2) Fioraio Bianchi – Via Montebello, 7

Fioraio

Questo sì, è davvero romantico. Una giornata di pioggia, magari un po’ freddina. E voi cosa fate? Portatela per una merende da Fioraio Bianchi, che non vende solo fiori e piante, anzi: l’atmosfera parigina, le luci soffuse, uno spazio sofisticato ma al contempo familiare, fanno di questo qualcosa di unico nel panorama dei locali milanesi. Un tè caldo, un caffè americano, una fetta di torta oppure un cupcake ( si lo so, non c’entra niente con questo quadretto francese, ma è buono) accompagnato da chiacchiere. Se non vi piace la merenda portatela qui a pranzo o a cena, in ogni caso non rimarrete delusi.

www.fioraiobainchicaffe.it

 

3) Erba Brusca – Alzaia Naviglio Pavese, 286

ErbaBrusca_dehors

Il ristorante è eccezionale. Siamo sul Naviglio Pavese, praticamente in campagna. Qui vale la pena venire nel periodo estivo, quando si può mangiare all’aperto. Il motivo è facilmente spiegabile. Un dehor delizioso circondato da un orto, i cui prodotti vengono utilizzati freschi freschi in cucina, e un ruscello che scorre (anche qui, se la serata non dovesse andare come sperate, la possibilità non è certo quella di annegarla, ma almeno di farle fare un bel bagno!). Una serata perfetta resa ancora più perfetta dal menu: vellutate, risotti, secondi di carne e pesce con erbette e spezie cucinati alla perfezione da Alice, lo chef: madre inglese e padre francese, cresciuta in America. Questo mix di paesi con le loro tradizioni l’hanno fatta diventare davvero una guru della cucina. Se poi terminate con il tortino di cioccolato con cuore di gianduia…

www.erbabrusca.it